IL BLOG DI SILVIO TEDESCHI

giovedì 5 luglio 2018

BERNARDINO " GLIU LEPR " UNA FIGURA STORICA

Molti aspettavano il suono della campana per capire che era mezzogiorno, noi invece a Via Rivolta, il suono del tuo clacson, arrivava il pane fresco. Buon viaggio e ora riposa in pace " Gliu Lepr "  I tuoi sacrifici saranno un esempio per tutti. Con te se ne va un pezzo di storia roccaseccana.

lunedì 25 giugno 2018

ELETTORI OCCASIONALI

Non accetto lezioni da chi, ha votato per anni il PD portandolo al 41%, adesso che è salito sul carro dei vincitori per l'ennesima volta, pensa di essersi  creato una nuova verginità. Quelli che combattevano Renzi, Berlusconi e Salvini a viso aperto, erano illusi, ridicoli, ricirdate..........m.? Voi siete semplici lecchini pronti a vendersi come le puttane al miglior offerente, io continuo a ragionare con la mia testa senza seguire le mode 😊

sabato 23 giugno 2018

BUON COMPLEANNO PAPÀ

Che dire, il tuo traguardo è sempre più invidiabile. 94 anni non sono pochi ma nemmeno tanti. 



venerdì 22 giugno 2018

M5S. UN'OCCASIONE MANCATA. LA STORIA VI CONDANNERA'


Il M5S aveva una possibilità più unica che rara subito dopo le ultime elezioni politiche ovvero, in un solo colpo poteva riscrivere la reografia politica nazionale, cambiando e sostituendo radicalmente una classe politica e un intero sistema, mi riferisco al variegato mondo del Centro Sinistra. Bastava una semplice alleanza per sradicare definitivamente una classe dirigente, invecchiata, insensibile alle esigenze dei cittadini e ricostruire un grande partito del popolo, dei lavoratori, del ceto medio, un grande partito interclassista in grado di rappresentare gran parte del territorio nazionale. Ha preferito appiattirsi sulle posizioni della Lega, partito della coalizione del Centro Destra tanto da esserne diventato nell’arco di una settimana succube. La Destra è notorio, ha sempre agito alla Salvini, ha sempre cercato di trasmettere al paese sicurezza, giustizia, ma speso ha dimenticato che i protagonisti dei partiti che l’hanno rappresentata, hanno avuto sempre guai seri con la Giustizia, inutile ricordarne le fasi. Il M5S composto da giovani, forze nuove, ha così messo alla berlina quell’immagine di verginità politica pur di governare, svendendo quindi milioni di voti che provenivano da sinistra, la coalizione del Centro Destra ha sfiorato la vittoria, bastava un 3% in più e oggi avremmo avuto al Governo, di nuovo Berlusconi. Non l’hanno capito i massimi dirigenti del M5S e oggi il Movimento stesso inizia a conoscere i risultati di una politica sbagliata, la Lega dal 17% è ormai passata al 30%, il PD comunque rimane al 19% e chi scende, vertiginosamente, è proprio il partito di Grillo che voleva cambiare l’Italia e molti gli avevano creduto. Una forza antisistema, contro la casta, contro la Lega Nord che si è alleata di colpo alla prima occasione senza passare peraltro al vaglio e il giudizio degli elettori, ovviamente io non l’avrei votata un’alleanza del genere.  Bastava tornare al voto e presentarsi alleati con la Lega e chiedere il voto degli italiani, almeno avrebbero avuto l’approvazione del popolo, cosi è un’alleanza teorica che contraddice quello che loro stessi avevano sempre detto. Un Governo illegittimo, non votato dal popolo per non parlare dei Ministri e addirittura il Premier tecnici. Una strategia sbagliata che costerà cara al M5S, Salvini ormai è il leader della coalizione, del Governo, in pratica è lui il rappresentante di questo Governo, gli altri sono solo figuranti. Basta poco per sperperare il consenso, Renzi ne sa qualcosa, dal 41% è sceso al 19 %, più andranno avanti più Salvini sfornerà ogni giorno un tweet, un post, un articolo di giornale, consapevole di arrivare alle elezioni europee di maggio 2019, vincente e con un consenso superiore al 30%.  E’ un vero peccato, come me, molti avevano creduto in un cambiamento, molti si erano spesi, come me, in prima persona sin dal primo giorno, molti credevano nella sincerità dei leader invece, abbiamo assistito a molteplici capovolgimenti, giravolte degne della Prima Repubblica. La sera si accusava il Capo dello Stato e il giorno dopo non era vero più nulla, abbiamo creduto a loro quando combattevano la Lega e Berlusconi e oggi, li troviamo alleati. Un finale inaspettato e che per certi aspetti ha tradito la fiducia di molti, sicuramente alle prossime tornate elettorali il consenso scenderà, si è vero sarà la giusta punizione ma, di fatto, abbiamo consegnato l’Italia in mano alla destra razzista e leghista.

martedì 19 giugno 2018

L'ITALIA NON HA VOTATO SALVINI MA GRAZIE AL M5S LO FARA'


Molti Leghisti affermano che " il popolo ha votato il programma della Lega e adesso viene attuato". Una cazzata enorme, ricordo che la Lega ha preso il 18%, vuol dire che solo una parte minoritaria d’italiani condivideva i suoi programmi, ricordo pure che la Lega è stato, il terzo partito. Nessuno ha vinto le elezioni, solo un'alleanza con quello che è risultato essere il primo partito ha consentito alla Lega di andare al Governo. Quel M5S che, aveva programmi diversi, non razzisti, non xenofobi, un movimento (almeno sembra) democratico con una visione globalista del mondo. Un'alleanza anomala ha consentito alla Lega di andare al Governo senza passare per il giudizio degli elettori, la stessa Lega ha trovato, fortunatamente un alleato che gli consente di fare tutto, di dettare le regole, di mettere mano su tutto. Il Governo, è inutile negarlo, è a trazione leghista. La Lega ha trovato in pratica, un manipolo di ragazzetti che gli sta consentendo tutto fino a sottrargli consenso. In effetti, oggi, la Lega può dire di essere il primo partito, visti gli ultimi sondaggi, ha raggiunto se non addirittura superato, le percentuali del suo alleato, ma comunque, rappresenta il 30% degli italiani e non la totalità. Certo se un giorno, anche il M5S dovesse dire di essere razzista, xenofobo e di destra allora questo Governo potrebbe rivendicare qualsiasi azione perché, conterebbe sul 60% dei consensi, anche se ripeto che, quest’alleanza, andrebbe certificata con il voto degli italiani.


lunedì 18 giugno 2018

SCENE DEL FILM DIN DON. UN FILM DI CLAUDIO NORZA











































DIN DON, UN FILM GIRATO INTERAMENTE A ROCCASECCA

Roccasecca è in questi giorni un set cinematografico. Il Regista Claudio Norza ha deciso di girare il film di Natale proprio nella Città di San Tommaso e Severino Gazzelloni. Attori protagonisti, Enzo Salvi, Maurizio Battista, con la partecipazione di Misticone, Mattioli, Emy Bergamo, e tanti altri volti noti della TV.